Back to top

Room to Bloom

Room to Bloom è un programma di formazione e di apprendimento che coinvolge 100 giovani artisti femministi. Il progetto finanzierà 15 produzioni artistiche che parteciperanno a biennali internazionali (Palermo, Kiev, Varsavia).

 

Gli artisti sostenuti lavoreranno per creare delle narrazioni femministe e postcoloniali dell’Europa. Il partenariato coinvolge organizzazioni artistiche e culturali in Francia (Alternatives Européennes), Svezia (Musei delle Culture del Mondo, Göteborg), Italia (Studio Rizoma) e Germania/Grecia (AthenSyn).

 

Tra i partner associati ci sono la Biennale di Kiev, la Biennale di Varsavia, la Biennale Arcipelago Mediterraneo, Fundacio Aroa (ES), Gals 4Gals (PL), Izolyatsia (UA), Fundacja Nasz Wybór (PL) e altri partner informali provenienti da Ucraina, Polonia e altri paesi.

 

SCARICA LA PRESENTAZIONE

Contesto

Nonostante sia assolutamente riconosciuto che i migranti e le donne hanno avuto un ruolo fondamentale nella storia delle arti europee – da Malevich a Picasso e da Tamara de Lempicka a Sonia Delaunay – oggi, il loro accesso al mondo dell’arte rimane enormemente limitato.

 

Fatta eccezione per alcuni volti più noti, per le donne e i migranti è estremamente difficile contribuire e partecipare al dibattito culturale artistico europeo per i notevoli ostacoli da affrontare.

 

Room to Bloom mira a cambiare questa situazione fornendo a questi artisti e operatori culturali la possibilità di superare il patriarcato e il razzismo del mondo dell’arte e sbocciare in un’Europa transnazionale.

 

Il progetto promuove giovani artisti e operatori culturali provenienti da un contesto migratorio permettendogli di affacciarsi nel panorama culturale europeo. Si concentra sul femminismo postcoloniale ed è aperto a tutti i generi e nazionalità.

 

Gli obiettivi del progetto saranno:

  • Formare, assistere e sostenere 100 giovani artisti e creare opportunità professionali per loro.
  • Formare una rete di artisti femministi e di artisti migranti, composta da artisti e professionisti dell’arte più affermati.
  • Formulare proposte per la gestione di pratiche artistiche femministe post-coloniali.
  • Creare narrazioni femministe e post-coloniali per un’Europa transnazionale con le produzioni finali di 15 giovani artiste per biennali innovative.
  • Sostenere gli artisti emergenti nella produzione di opere d’arte che verranno esposte in eventi di visibilità internazionale.

Le giovani artiste sono sostenute da un consiglio di 15 artisti più esperti che offrirà progetti formativi e accompagnerà lo sviluppo delle opere.

Produzione artistica

  • 15 contributi di 1000 euro per l’esposizione alle Biennali. 
  • Anti-Manual for a Feminist Art & Cultural Practice – questo documento elencherà le questioni sollevate dalla pratica artistica femminista oggi e presenterà soluzioni e idee sviluppate da organizzazioni e artisti in tutta Europa.
  • Catalogo
  • Archivio online con informazione sulle giovani artiste.

Category:

Date:

d
Follow us