Back to top

Studio Rizoma

  /  Events   /  Laboratori di fantascienza: Iscrizioni aperte per il primo Hackathon

Laboratori di fantascienza: Iscrizioni aperte per il primo Hackathon

Insieme ad Artsformation, il nostro nuovo progetto di ricerca, siamo felici di lanciare la prima serie di workshop online sul tema della fantascienza, includendo un Hackathon.

Artsformation organizzerà in totale cinque workshop sulla fantascienza. Le prime tre sessioni, incluso il primo Hackathon, sono organizzate in collaborazione con Catch, un approccio all’apprendimento basato sulla pratica e a porte aperte, che offre tutto l’anno workshop, collaborazioni istituzionali e indipendenti. Con il titolo “Digital Alchemy: Workshop Series”, i primi 3 workshop online sono creati in relazione alla mostra in corso a Catch “Digital Alchemy: Future Technology Products Inspired by Diverse Voices in Science Fiction” creata da Mirabelle Jones. In questo momento la mostra è chiusa per chiusura e invece hanno creato un formato di workshop online per essere in grado di lavorare con i temi della mostra, compresi i nostri workshop di fantascienza.

C’è stata una lunga e ricca storia tra la fantascienza e lo sviluppo di nuove tecnologie. Dalla realtà virtuale alle teleconferenze, la fantascienza ha lasciato la sua continua influenza sul nostro attuale mondo guidato dai dispositivi. Ma le tecnologie non sono neutre: sono impregnate dei valori e degli interessi dei loro creatori.

Quali sono le implicazioni, allora, se molte delle opere di fantascienza che vediamo attribuite alle moderne tecnologie sono state scritte da autori maschi bianchi cisgender eteronormativi? Quali sono le implicazioni se le stesse voci dominanti sono centrate in modo schiacciante nella progettazione e nello sviluppo di nuovi prodotti tecnologici? Chi ha voce in capitolo nella creazione del futuro e chi viene escluso?

Hackathon: Voci diverse nella fantascienza

In collaborazione con Catch, vi invitiamo a questo hackathon online dove creeremo un forum di riflessione su come possiamo essere parte dell’espansione della narrativa di fantascienza e tecnologia e di chi la crea. Tra l’altro ridefiniremo collettivamente la pagina di Wikipedia che descrive la fantascienza e le tecnologie fantascientifiche, per evidenziare le voci di un corpo più vario di autori di fantascienza, tecnologi, scienziati, artisti e inventori.

Data/Ora: 16. Febbraio 2021 da 17-19 (evento online)

Workshop guidato da Mirabelle Jones. Lingua inglese.

Registrazione: Registrati al workshop tramite questo link, scadenza per la registrazione 14 febbraio: https://forms.gle/CAQZjBbK11fWJ4rN7

Max. 20 partecipanti.

Un link per l’evento vi sarà inviato il giorno prima dell’inizio dell’evento.

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/239819580951020

Artsformation utilizzerà questo Hackathon come parte della sua raccolta dati. Questo significa che un membro del nostro consorzio farà l’osservazione dei partecipanti durante il workshop. Potremmo anche contattarti per chiederti se saresti disposto a partecipare a un’intervista dopo il workshop. Tutti i dati raccolti saranno resi anonimi.

Al momento della registrazione al workshop riceverete informazioni dettagliate sulla ricerca condotta. Se avete domande immediate, non esitate a contattare il Post Doc Kirsti Reitan Andersen, Copenhagen Business School, all’email: kra.msc@cbs.dk

Informazioni su Mirabelle Jones

Mirabelle Jones è un* tecnolog* creativ* queer e non binaria, un’artista interdisciplinare e una ricercatrice con sede a Copenhagen che indaga su pratiche critiche e creative nella tecnologia. Il suo lavoro esplora il potenziale narrativo immersivo di sensori, suono spazializzato, LED, animatronics, XR, wearables, intelligenza artificiale e computer vision.

Fautori dell’educazione STEAM e dello sviluppo interdisciplinare, sono spesso relatori sul tema delle pratiche di design accessibili, etiche, intersezionali e femministe. Le loro opere sono state recentemente presentate al Museum Meermanno e al Center for Performance Research e appaiono in diverse collezioni tra cui il One National Gay & Lesbian Archives e la storica collezione Hear Our Voice del Center on Contemporary Art.

Le loro performance e i loro lavori visivi sono stati annunciati da Huffington Post, ArtNet, Ms. Magazine, Ingeniøren, Bustle, ATTN, Refinery29, Inquisitr, Mic., Sleek Magazine, Feminist Magazine, Deutsche Welle, Google News, Yahoo News, PBS, Roundtable Journal, Tip, Berliner Zeitung e altrove. Sono un assistente di ricerca presso l’Università di Copenhagen nel Dipartimento di Informatica (DIKU) all’interno della sezione Human-Centered Computing. Possiede un M.F.A. in Book Art & Creative Writing ed è un attivo artista del libro, narratore interattivo e romanziere analogico che indaga il ruolo contemporaneo del libro nel nostro mondo saturato dal digitale.

www.mirabelleJones.com

https://vimeo.com/user23276886

Digital Alchemy fa parte del Feral Labs Network ed è sostenuto da Creative Europe.

d
Follow us